Chiamaci 24/7 Chiamaci 24/7 Chiamaci 24/7

Cosa succede al corpo dopo la morte

21/09/2020
Condividi

Per capire cosa accade al nostro corpo dopo la morte può aiutarci la scienza. I corpi dal momento del decesso iniziano a disintegrarsi e decomporsi effettuando dei cambiamenti che all’inizio sono meno evidenti, ma dopo diventano importanti fino al punto in cui la decomposizione è completa e restano soltanto le ossa.

Cosa succede subito dopo la morte

Subito dopo la morte, il sangue cessa di fluire, i tessuti non sono più ossigenati e quindi inizia la lenta decomposizione del corpo. Un’ora dopo la morte inizia il livor mortis o lividezza, momento durante il quale il corpo diventa pallido e si irrigidisce, questa fase dura 9-12 ore. A 2-6 ore dalla morte avviene il rigor mortis, il fenomeno per il quale il corpo diventa rigido a causa della tensione dei muscoli. Questa fase può durare fino a 48 ore e quando finisce i muscoli diventano flosci e cedevoli. Dopo circa 20 ore dal momento della morte il corpo si raffredda completamente. Questa fase si chiama algor mortis ed è dovuta al fatto che tutti i meccanismi di regolazione della temperatura smettono di funzionare. Il corpo impallidisce e l’aspetto della pelle inizia a somigliare a quello del marmo assumendo anche una sfumatura pallida e verdastra.

Cosa succede al corpo dopo la morte dentro la bara

Una volta che il corpo è stato inumato o tumulato continua a decomporsi. Inizia quindi il secondo stadio della decomposizione durante il quale il corpo si gonfia e inizia a putrefarsi, i gas nell’addome provocano un rigonfiamento. La fase successiva è quella del decadimento, la pelle si rompe, i gas fuoriescono, il corpo inizia a produrre un forte odore e man mano che i tessuti molli si deteriorano, il corpo si riduce a pelle, cartilagine e ossa. Trascorsi anni dalla morte, nella bara restano soltanto le ossa.

Se sapere cosa accade al corpo umano dopo la morte vi sta facendo prendere in considerazione la cremazione, ecco informazioni dettagliate sul nostro servizio di diamantificazione delle ceneri.

Cosa succede all’anima subito dopo la morte

Se per le questioni fisiche e biologiche ci aiuta la medicina, per rispondere alle domande che riguardano l’anima ognuno può fare ricorso alle sue convinzioni personali o religiose. Tutte le religioni del mondo contemplano l’esistenza di un aldilà, per la tradizione cristiana è un luogo nel quale lo spirito del defunto va ad abitare in attesa di ricongiungersi col corpo. Altre religioni, particolarmente le religioni orientali come l’induismo, parlano di reincarnazione intendendo con essa una rinascita dell’anima del defunto all’interno di un altro corpo fisico, simile al precedente o diverso.

La mente muore insieme al corpo?

In molti si chiedono se è possibile che la mente muoia insieme al corpo o se invece, quando si muore, si è coscienti per qualche istante di non essere più in vita. Sono state fatte molte ricerche in merito ed esiste anche uno studio secondo il quale la mente morirebbe dopo il corpo. Al momento in cui il cuore smette di battere anche il sangue smette di circolare nel cervello, in teoria anche le funzioni del cervello si fermano quasi istantaneamente eppure alcuni studi proverebbero l’esistenza di una specie di scossa di energia cerebrale quando qualcuno muore.

Condividi
LE ULTIME NEWS LE ULTIME NEWS