Chiamaci 24/7 Chiamaci 24/7 Chiamaci 24/7

Morti celebri del 2020, chi sono?

08/06/2021
Condividi

Il 2020 è stato l’anno della pandemia da Covid-19 e da molti è già considerato come l’anno più triste e sfortunato della storia recente. Insieme ai tanti morti che ha causato la pandemia, anche alcuni volti noti italiani e stranieri del mondo dello spettacolo, dello sport, della musica e della letteratura ci hanno lasciato per via del Covid, di incidenti mortali o per le conseguenze di altre malattie. Qui abbiamo provato a raccogliere 10 nomi, tra i morti celebri del 2020, che sono quelli ai quali il pubblico più vasto era più affezionato.

1. Maradona

È morto il 25 novembre del 2020 in seguito alle conseguenze di un’operazione che sembrava aver superato bene. El Pibe de Oro era stato campione del mondo nel 1986 e vicecampione del mondo nel 1990 con la nazionale argentina. Il suo nome resterà tra le leggende del calcio mondiale.

2. Ennio Morricone

È venuto a mancare il 6 luglio 2020. Due volte premio Oscar (una volta con un premio alla carriera nel 2007 e una seconda volta per la colonna sonora del film “The Hateful Eight” di Quentin Tarantino), è stato l’autore di alcune tra le più belle colonne sonore della storia del cinema. E’ stato lui stesso a scrivere il suo bellissimo necrologio: “A mia moglie Maria il più doloroso addio”.

3. Franca Valeri

Se n’è andata il 9 agosto del 2020. È stata una formidabile attrice con una carriera lunghissima che ha lasciato il segno nel teatro e nel cinema italiano, lavorando con artisti del calibro di Alberto Sordi e Totò. In occasione del suo centenario, le era stato conferito il premio David di Donatello alla carriera.

4. Kobe Bryant

Tra i morti celebri del 2020 c’è Kobe Bryant. Era una leggenda del basket. È morto giovanissimo, il 26 gennaio 2020, in California a causa di un terribile incidente aereo nel quale hanno perso la vita anche altre persone, tra cui la figlia tredicenne Gianna Maria. Alla notizia della sua morte, Barack Obama ha twittato: “una leggenda sul campo”.

5. Luis Sepulveda

Lo scrittore di “Storia di una gabbianella e di un gatto che le insegnò a volare” è morto il 16 aprile 2020 a causa del Covid. Aveva vissuto la dittatura di Pinochet in Cile, durante la quale era stato condannato due volte e costretto all’esilio. Soltanto nel 2007 aveva potuto riacquistare la cittadinanza cilena. 

6. Eddie Van Halen

Insieme al fratello Alex aveva fondato la rock band Van Halen, un pezzo di storia del rock. Con lui se ne va un musicista eccezionale e innovatore, un artista che con la sua musica ha affascinato intere generazioni.

7. Sean Connery

Primo iconico interprete di James Bond, ha affascinato intere generazioni con il suo carisma. Premio Oscar per il film “Gli Intoccabili” con Kevin Costner e Robert De Niro. La regina Elisabetta II lo aveva nominato Sir nel 2000.

8. Gigi Proietti

Difficile definire Gigi Proietti con poche parole: mattatore, attore, comico, direttore artistico. Alcuni dei suoi personaggi, come Mandrake, restano nella storia. Si è spento a Roma all’età di 80 anni proprio il giorno del suo compleanno.

9. Stefano D’Orazio

Storico componente dei Pooh, Stefano D’Orazio è venuto a mancare all’improvviso dopo essersi ammalato di Covid. Era un artista a tutto tondo, batterista, paroliere, cantante ma anche autore di musical. I Pooh piangono una perdita terribile.

10. Paolo Rossi

Morto il 9 dicembre 2020 è una leggenda del calcio italiano. Tutti lo chiamavano Pablito e lo si ricorda per l’impresa del 1982 quando portò alla vittoria gli Azzurri di Enzo Bearzot durante i campionati del Mondo in Spagna.

Condividi
LE ULTIME NEWS LE ULTIME NEWS