Chiamaci 24/7 Chiamaci 24/7 Chiamaci 24/7

Cordoglio significato

28/12/2022
Condividi

La parola cordoglio è un termine molto utilizzato quando si parla di lutto. Simile, per suono ed etimologia alla parola condoglianze, in realtà questo termine ha un altro significato. Secondo quanto riportato dall’Accademia della Crusca, la parola cordoglio deriva dal latino cordŏlĭu(m), composto di cor ‘cuore’ e dolēre (dizionario DELI), ed è documentato già dal Duecento. Il significato letterale sarebbe ‘dolore di cuore’ e quindi ‘profondo dolore provocato dal lutto’ (Zingarelli 2019). Dalla parola cordoglio derivano altri termini ormai in disuso nell’italiano contemporaneo, come il verbo cordogliare ‘compiangere, compassionare’, usato anche nella forma riflessiva cordogliarsi ‘dolersi, avere pietà’, l’aggettivo cordoglioso e l’avverbio cordogliosamente (dizionario GRADIT). Il dizionario Treccani invece definisce la parola cordoglio come profondo dolore, afflizione grave. Il cordoglio, in particolare, è quel sentimento di dolore provocato dalla scomparsa di una o anche di più persone e per estensione di significato può essere anche il pianto, o il lamento funebre. Sinonimi di cordoglio sono le parole: afflizione, dispiacere, dolore, lutto, mestizia, pena, tristezza, ma anche strazio, struggimento e condoglianza.

Cordoglio e condoglianza sono sinonimi?

Le parole cordoglio e condoglianza sono parole simili nel suono, che certamente appartengono alla stessa famiglia di parole in quanto hanno in comune l’etimologia con la presenza del verbo latino “dolere”, cioè provare dolore. I due termini però non possono essere considerati sinonimi. Il termine condoglianza infatti, come leggiamo sempre sul sito dell’Accademia della Crusca, è un prestito cinquecentesco dal francese condoléance, che a sua volta deriva dal latino condolēre, formato da cŭm (con) e dolēre (provare dolore). Se quindi volessimo tradurre il termine potremmo dire che condoglianza vuol dire “provare dolore insieme a qualcuno, condividere il dolore con qualcuno”. Se volessimo invece tradurre il termine cordoglio, dovremmo dire “dolore al cuore”, perché l’etimologia della parola risale a “cor” (cuore) e non a “cum” (con). La differenza tra le due parole è quindi rilevabile dal segmento iniziale. Anche nell’uso le due parole sono diverse e vanno utilizzate nei giusti contesti. Il cordoglio è il sentimento personale, le condoglianze invece si porgono a qualcuno in quanto indicano di fatto la partecipazione al dolore di qualcun altro. Quindi si dirà correttamente “esprimo il mio cordoglio” e “fare cordoglio a un morto”; e si dirà “fare le proprie condoglianze” e “accetta le mie più vive condoglianze”. Si può anche, in forma ellittica, dire soltanto “condoglianze”, oppure “sentite condoglianze”.

Frasi di cordoglio

Ecco alcuni esempi di frasi di cordoglio:

Addolorati per il grave lutto che vi ha colpiti, partecipiamo sentitamente al vostro dolore.

Affranti per la dolorosa circostanza, partecipiamo al vostro dolore Vicini nella dolorosa circostanza, porgiamo le nostre sentite condoglianze.

Vogliate accettare il nostro cordoglio.

Vi giunga in una così triste circostanza l’espressione del nostro cordoglio.

Le mie condoglianze per questa perdita così dolorosa. Le sono vicino.

Vicini nel dolore, porgiamo le nostre più sentite condoglianze. vi siamo solidali in questo momento di lutto.

La tragedia che ha colpito la vostra famiglia è per noi motivo di dolore. Vogliate gradire le nostre più sentite condoglianze.

Prendiamo parte al vostro dolore e porgiamo sentite condoglianze.

Partecipo con commozione alla vostra terribile perdita. Sentite condoglianze.

Condividi
LE ULTIME NEWS LE ULTIME NEWS